Informazioni pratiche


  • Feste Sacre:

Localizzazione

  • Descrizione:

Due giorni di festa a Cavallino per rinnovare il tributo di fede verso il santo patrono San Domenico di Guzman, il santo predicatore il cui culto fu introdotto in paese nel XVII secolo dalla marchesa Beatrice Acquaviva d’Aragona, sposa del marchese Francesco Castromediano. Sempre per volere della stessa marchesa fu costruito, nel decennio compreso fra il 1626 e il 1635, il bel complesso monastico dei Domenicani. Annessa al convento c'è la chiesa intitolata a San Domenico di Guzman e San Nicolò che sorge sui resti di una cripta basiliana dell'XI secolo. Il santo di origine spagnola fu il fondatore dell'Ordine dei Frati Predicatori ed è stato beatificato nel 1234. Come da tradizione, per le vie del paese si snoda la solenne processione con la statua del Santo, accompagnata dai fedeli e dalla musica della banda. In serata, quando si accendono le luminarie nel centro storico, il paese si anima di bancarelle e spettacoli d'intrattenimento musicale. Per chiudere in bellezza, non mancano gli spari di fuochi d'artificio.



Vedi sul tuo navigatore!