Informazioni pratiche


  • Feste Sacre:

Localizzazione

  • Descrizione:

Santa Caterina, la piccola frazione della città di Nardò, ha origini antiche, infatti nasce come avamposto contro le invasioni saracene. Nel suggestivo borgo salentino ogni anno si svolge una grande festa in onore di Santa Caterina d'Alessandria, la santa vergine e martire che è considerata la protettrice di sarte, studenti, filosofi, mugnai e ceramisti. Molto venerata dalla chiesa cattolica e da quella ortodossa, il simbolo della santa è una ruota spezzata a causa del martirio che le subì per volere del governatore di Alessandria d'Egitto, Massimino, nel 304 d.C. quando la fanciulla non volle rinnegare sua fede. Tuttavia, lo strumento di tortura e condanna si ruppe e Massimino fece decapitare la santa. Secondo una leggenda, il suo corpo fu trasportato dagli angeli sul monte Sinai. In questo luogo, nel VI secolo, l'imperatore Giustiniano fondò il famoso monastero che porta il nome della santa. In ricordo del martirio della santa a Santa Caterina, pasticceri e fornai sfornano panetti e dolci a forma di ruota.



Vedi sul tuo navigatore!