Localizzazione

Cosa c'è qui vicino a Spongano?



Altre Informazioni

  • Siti Archeologici:
  • Abitanti: <5000
  • Localizzazione: Entroterra
  • Localita:
  • Spongano:

    A ridosso di una collina e poco distante dal mare Spongano è un ideale retroterra turistico per le diverse opportunità che offre, soprattutto nel periodo estivo, in termini di alloggio. Benché piccolo, il comune è ricco di tradizioni e di bellezze architettoniche tutte da...

    Leggi tutto

    ... ammirare. Il Barocco fra castelli e torri. Passeggiando per il centro storico di Spongano il Castello dei baroni Bacile di Castiglione è uno dei primi monumenti da visitare. La struttura campeggia all’estremità della piazza alberata, anch’essa intitolata al barone Filippo Bacile, in tutta l’imponenza della facciata. Molto bello il portale settecentesco in cui si riconoscono i tratti propri dello stile napoletano tardo-barocco. In stile Barocco è anche la Torre dell’Orologio, datata 1768, che insiste sulla centrale Piazza Vittoria. L’edificio su cui è posizionata la torre ha avuto in passato la funzione di Sedile, ossia di luogo in cui si ritrovavano i rappresentanti della città per discutere gli affari pubblici. Il campanile è abbellito dall’orologio cittadino che sormonta una piccola nicchia dove è situata la statua della Madonna Immacolata. Luoghi di culto. Il Barocco influenza anche la costruzione della Chiesa Parrocchiale di San Giorgio, realizzata su un precedente edificio. La struttura, sobria nelle sue fattezze, fu costruita con l’ausilio di manodopera locale: sembra che il mastro costruttore venisse da Parabita e gli affreschi interni siano stati opera di un pittore di Monopoli. La Cappella dell’Immacolata è stata edificata intorno al 1636 ed è la chiesa più antica di Spongano. È nota con il nome di Congrega perché dalla seconda metà del Settecento ospita la confraternita dell’Immacolata Concezione. Da visitare anche il Calvario di Spongano e la cappella annessa completata nel 1911 ed edificata sui resti di una vecchia chiesa dedicata a Santa Marina. La struttura è affrescata con scene che raffigurano la Madonna Addolorata e la morte di Gesù. L’eco di un passato molto lontano. Basta fare una breve passeggiata a Spongano per poter ritrovare le atmosfere di antiche civiltà. Appena fuori il centro abitato, infatti, lungo la strada comunale che porta a Montesano, è possibile ammirare in contrada Le More il Dolmen Piedi Grandi (dal nome del fondo in cui si trova il megalite). Alto e profondo circa 1 m, la caratteristica struttura è facilmente individuabile nella campagna del borgo. Più recente, poiché datato intorno al 1607, e situato nel cuore del centro storico, è la Colonna dell’Osanna. Il monolite è espressione di devozione popolare poiché tradizione vuole che nel corso della celebrazione della Domenica delle Palme i fedeli depositino ai suoi piedi i ramoscelli di ulivo. Quando non c’era l’acqua in casa. Spongano si caratterizza anche per la conservazione di antiche strutture che testimoniano l’economia passata del borgo: è il caso delle cosiddette “Sternenove” (in it. “nuove cisterne”) costruite nel XIX secolo. Si tratta di vecchi serbatoi in cui si raccoglieva l’acqua piovana che, dal tetto della Chiesa Matrice, veniva convogliata nelle cisterne ad uso dell’intera popolazione di Spongano che le utilizzò fino agli anni Cinquanta del secolo scorso.

    Chiudi

  • Polizia Indirizzo: Via Pio XII
  • Polizia Telefono: 0836945295
  • Proloco Indirizzo: Via Carmine
  • Proloco Telefono: 0836941863
  • Proloco Web: pro-loco@libero.it


A ridosso di una collina e poco distante dal mare Spongano è un ideale retroterra turistico per le diverse opportunità che offre, soprattutto nel periodo estivo, in termini di alloggio. Benché piccolo, il comune è ricco di tradizioni e di bellezze architettoniche tutte da ammirare.







Mappa/Localizzazione

Vedi sul tuo navigatore!

Spongano Per te

A ridosso di una collina e poco distante dal mare Spongano è un ideale retroterra turistico per le diverse opportunità che offre, soprattutto nel periodo estivo, in termini di alloggio. Benché piccolo, il comune è ricco di tradizioni e di bellezze architettoniche tutte da ammirare.