Localizzazione

Cosa c'è qui vicino a Santa Cesarea Terme?



Altre Informazioni

  • Siti Archeologici:
  • Abitanti: <5000
  • Localizzazione: Costiero
  • Localita:
  • Santa Cesarea Terme:

    Natura, benessere, divertimento: questa è Santa Cesarea Terme, cuore pulsante della costa adriatica salentina e del Parco Otranto - Santa Maria di Leuca e bosco di Tricase. La cittadina porta in dote i colori sgargianti delle bianche rocce calcaree a strapiombo sul mare e i geometrismi arabeschi delle sue ville gentilizie. La presenza di stabilimento termali, la disponibilità di un’ottima cucina e l’animazione notturna delle discoteche fanno di questo posto un luogo...

    Leggi tutto

    ... d’incanto.  Immersi nel benessere della città termale. L’origine di Santa Cesarea Terme è custodita nella leggenda. Secondo una credenza di origine pagana la città sarebbe nata a seguito dell’uccisione, per mano di Ercole, dei Giganti Leuterni che avevano sfidato gli dei: dalla dissoluzione dei loro corpi deriverebbero le acque sulfuree delle sorgenti circostanti. Un’altra leggenda narra invece di una giovane fanciulla di nome Cesarea che, per sottrarsi alle attenzioni incestuose del padre, si gettò in una delle grotte circostanti. Vi si buttò anche il padre che, cadendo, rimase ucciso: in quel punto le acque si riempirono di zolfo. Se dalle leggende marinare si passa alla storia e alla natura, si nota subito come la città sia collocata in un tratto di costa in cui insistono in modo particolare fenomeni carsici tipici di gran parte del Salento. Da nord verso sud sono infatti presenti le grotte Gattulla, Fetida, Sulfurea e Solfatara, da cui sgorgano acque minerali e sulfuree dotate di proprietà salutari e curative. L’effetto benefico di queste acque (curative per reumatismi, dermatiti, problemi respiratori e stress) è noto da epoche remote ma il loro utilizzo terapeutico fu avviato tra fine Ottocento e inizi Novecento, con l’inaugurazione dello stabilimento termale Gattulla (1910). Sedotti dall’eleganza delle ville arabesche. Santa Cesarea Terme è interamente attraversata dalla strada litoranea che cinge la costa adriatica salentina. Lungo il tratto interno e nella centrale via Umberto I è possibile osservare tutto il patrimonio urbanistico e architettonico della città: i suoi edifici balneari di inizio Novecento; Palazzo Tamborino o “Miramare”; l’originario stabilimento termale, nella piccola insenatura al centro dell’abitato; le splendide ville dallo stile moresco, eclettico o liberty come Villa Sticchi, Villa Raffaella e Palazzo Maruccio. Villa Sticchi costituisce una delle più significative citazioni dello stile moresco, diffusosi attorno alla seconda metà dell'Ottocento in alcune località balneari del Salento. Collocata su uno sperone roccioso, la villa si caratterizza per i suoi delicati intagli in pietra leccese, opera di maestranze locali, che richiamano motivi arabeschi, floreali e geometrici. Il largo utilizzo di intonaci riflettenti rispecchia i dettami dell'architettura islamica. Il paesaggio costiero: un tuffo nella natura. Il territorio di Santa Cesarea Terme e delle sue frazioni di Cerfignano e Vitigliano si divide in una porzione interna, pianeggiante e ricoperta da distese di ulivi secolari, e una linea di costa caratterizzata da alti faraglioni e da una miriade di grotte e piccole baie. Il lungomare di Santa Cesarea Terme e la strada litoranea vi consentiranno di godere del panorama costiero da prospettive sempre nuove, cangianti e suggestive. A piedi o in bicicletta potrete andare alla scoperta del cuore pulsante del Parco Otranto - Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase. Non perdetevi i numerosi sentieri attrezzati e segnalati, come i percorsi "Masseria San Giovanni", "Parco della Pineta", "Grotta Carlo Cosma", "Località Scute", "Terre Rosse".  L’itinerario delle torri costiere. Il profilo costiero del territorio di Santa Cesarea è presidiato da torri cinquecentesche, costruite dall’imperatore Carlo V per difendere queste terre dalle incursioni dei turchi attraverso una serie contigua di punti di avvistamento, in grado di propagare in tempi rapidi eventuali allarmi. Le torri presenti nel territorio di Santa Cesarea Terme sono quattro: Torre Santa Cesarea; Torre Miggiano; Torre Specchia di Guardia; Torre Minervino. Alcune sono dotate di ampi spiazzi dove sostare (anche con l’auto) e godere della suggestiva vista di decine di km di costa orientale del Salento; altre, collocate in posizioni più impervie, si faranno conquistare solo dopo una salutare scarpinata. A voi la scelta!   Cerfignano. Con i suoi 1.500, Cerfignano è la frazione più popolosa di Santa Cesarea Terme. La sua economia è prevalentemente agricola e il suo territorio è costellato da megaliti dell’Età del Bronzo e da innumerevoli edicole votive, cappelle e chiese, come quella della Visitazione di Maria Vergine. Particolarissimo è il cosiddetto “Cisternale di Vitigliano”, una struttura megalitica semi-ipogea inglobata nell’abitato e avvolta nel mistero. Differente da menhir e dolmen, questo arcaico monumento è unico nel suo genere e potrebbe risalire alla civiltà messapica, di cui numerose tracce sono conservate vicina località di Vaste. Scavato con tagli rettangolari nella dura roccia calcarea, misura oltre 12 m di lunghezza e 3 di larghezza. 

    Chiudi

  • Descrizione Info Frazioni:

    Vitigliano. La frazione di Vitigliano è un piccolo borgo di 1.130 abitanti, distante 4 km da Santa Cesarea. Nel suo territorio sono presenti strutture megalitiche e chiese apprezzabili, come la Chiesa di San Michele Arcangelo e la Chiesa di Santa Maria Addolorata. Nel territorio di Cerfignano è possibile osservare un tratto di carraia basolata risalente all’epoca romana. Probabilmente, essa costituisce la continuazione della antica via romana Traiana-Salentina, che univa Taranto a Brindisi, protraendosi verso sud fino all’estremo lembo meridionale del Salento. 

  • Polizia Indirizzo: Via Roma
  • Polizia Telefono: 0836949804 - 083
  • Infopoint Indirizzo: Via Roma
  • Infopoint Telefono: +39 3203874618
  • Infopoint Web: www.prolocosantacesareaterme.it
  • Proloco Indirizzo: Via Roma
  • Proloco Telefono: +39 3203874618


Natura, benessere, divertimento: questa è Santa Cesarea Terme, cuore pulsante della costa adriatica salentina e del Parco Otranto - Santa Maria di Leuca e bosco di Tricase. La cittadina porta in dote i colori sgargianti delle bianche rocce calcaree a strapiombo sul mare e i geometrismi arabeschi delle sue ville gentilizie. La presenza di stabilimento termali, la disponibilità di un’ottima cucina e l’animazione notturna delle discoteche fanno di questo posto un luogo d’incanto. 

Vitigliano. La frazione di Vitigliano è un piccolo borgo di 1.130 abitanti, distante 4 km da Santa Cesarea. Nel suo territorio sono presenti strutture megalitiche e chiese apprezzabili, come la Chiesa di San Michele Arcangelo e la Chiesa di Santa Maria Addolorata. Nel territorio di Cerfignano è possibile osservare un tratto di carraia basolata risalente all’epoca romana. Probabilmente, essa costituisce la continuazione della antica via romana Traiana-Salentina, che univa Taranto a Brindisi, protraendosi verso sud fino all’estremo lembo meridionale del Salento. 







Mappa/Localizzazione

Vedi sul tuo navigatore!

Santa Cesarea Terme Per te

Natura, benessere, divertimento: questa è Santa Cesarea Terme, cuore pulsante della costa adriatica salentina e del Parco Otranto - Santa Maria di Leuca e bosco di Tricase. La cittadina porta in dote i colori sgargianti delle bianche rocce calcaree a strapiombo sul mare e i geometrismi arabeschi delle sue ville gentilizie. La presenza di stabilimento termali, la disponibilità di un’ottima cucina e l’animazione notturna delle discoteche fanno di questo posto un luogo d’incanto.