Localizzazione

Cosa c'├Ę qui vicino a Gallipoli?



Altre Informazioni

  • Siti Archeologici:
  • Abitanti: >10000
  • Localizzazione: Costiero
  • Localita:
  • Gallipoli:

    Gallipoli è uno dei principali centri portuali della regione Puglia. E’ costituita da una parte moderna, il borgo o città nuova, a est su un promontorio, e la città vecchia, a ovest, su un’isola calcarea, collegata alla terraferma da un ponte. In passato la parte antica della città era unita alla terraferma da un istmo di terra sul quale passava la strada d’accesso attraverso la Porta Terra. La città vecchia ha in gran parte conservato il suo impianto urbanistico caratterizzato da un continuo sovrapporsi di strutture edilizie di varie epoche e di diverse matrici culturali. L’isola è interamente circondata da una cinta di bastioni che si sviluppa per una lunghezza di circa 2 km.             Gallipoli è ricca di luoghi di fascino che conservano i valori più profondi di un territorio che ha molto da raccontare. Immergiamoci, dunque, nelle numerose aree di interesse storico, artistico e religioso, testimonianze di civiltà e culture che hanno segnato per secoli la città di...

    Leggi tutto

    ... Gallipoli.   Il Castello angioino. È fra i principali tesori della città: edificato intorno al XIII secolo, sotto il dominio angioino, è stato sottoposto a ristrutturazioni e modifiche fino al XVII secolo. Come un’isola è quasi completamente circondato dal mare, è collegato alla terra ferma da un ponte che funge da connessione fra la città vecchia e nuova. Nel corso della storia ha difeso in più occasioni i suoi abitanti dagli attacchi dei nemici. Attualmente si presenta in tutta la sua storica imponanza: la pianta è a base quadrata rafforzata ai quattro angoli da altrettante torri; è ancora visibile una quinta torre, denominata Rivellino, aggiunta nel XVI secolo. Più bassa e larga delle altre, il Rivellino è in posizione avanzata rispetto alla cinta muraria avendo svolto la funzione di avamposto; nella parte superiore si raccoglievano i cannoni e le catapulte utilizzati durante le operazioni di difesa della città. Negli ultimi anni, durante la stagione estiva, nel Rivellino si organizzano proiezioni cinematografiche. La Cattedrale di Sant’Agata. Nel punto più alto della città, lungo il principale asse viario, ha sede uno dei monumenti più rappresentativi del Barocco gallipolino, la Cattedrale di Sant’Agata costruita fra il 1629 e il 1696. Fu edificata sui resti di una preesistente chiesa medievale distrutta agli inizi del Seicento, la nuova chiesa ne ereditò la antica devozione per la santa. Nella cattedrale barocca sono custodite le reliquie di diversi santi, fra i quali San Fausto; in passato vi era custodita anche la mammella di Sant’Agata poi traslata nella Basilica di Santa Caterina d’Alessandria a Galatina per volere del suo fondatore, Raimondello Orsini del Balzo. La fontana greco-romana. Fra i numerosi esempi di architettura antica presenti a Gallipoli, degna di nota è la fontana greco-romana nei pressi del ponte che porta al Castello angioino. Sull’origine della fontana persistono interpretazioni divergenti. Per lungo tempo era stato concesso a quest’opera il titolo di fontana più antica di Italia poiché si faceva risalire la sua realizzazione al III secolo a.C. . Altri studi collocano l’opera in età rinascimentale. La certezza è che in origine la fontana sorgeva nella zona delle terme, oggi chiamata Fontanelle, e che nel corso del Cinquecento sia stata posizionata nelle vicinanze della chiesa di San Nicola di cui oggi non rimane traccia. Solo in un terzo momento è stata trasportata nella posizione attuale, in Piazza Aldo Moro. Qualunque sia la reale datazione, la fontana suscita notevole interesse storico-artistico. Il Teatro Garibaldi. Sull’omonima via si può ammirare il Teatro comunale costruito nel 1825 per volere del nobile Bonaventura Balsamo che omaggiò la dinastia borbonica fondando il Teatro del Giglio. Il tracollo economico della famiglia Balsamo favorì l’acquisto del Teatro da parte del Comune di Gallipoli, nel 1874, che ne avviò i lavori di restauro: le maestranze gallipoline arricchirono gli arredi interni con ulteriori decorazioni e stucchi dorati. Sul finire dell’Ottocento il Teatro fu intitolato a Giuseppe Garibaldi.   Biblioteca comunale e Archivio storico. In Via Sant’Angelo è possibile ammirare una delle biblioteche pubbliche più antiche presenti sul territorio salentino, peculiare sia per il “contenitore” che per il “contenuto”. È conservata presso l’Oratorio dell’Immacolata dei Nobili, un edificio risalente alla prima metà del Settecento adiacente alla Chiesa di Sant’Angelo, oggi sede dell’Archivio storico del Comune di Gallipoli. Il corpo originario di volumi fu donato alla città dal canonico Carmine Fontò, vissuto nel XVIII secolo, successivamente arricchito con la donazione del coevo Bartolomeo Ravenna. Il risultato è una collezione di grande pregio fra cui si annoverano manoscritti, incunaboli, cinquecentine e seicentine. Molto interessante anche la ricca collezione dell’Archivio storico che vanta l’intera documentazione prodotta dall’amministrazione gallipolina fra il 1800 e il 1970. Attualmente la Biblioteca e l’Archivio costituiscono un importante punto di riferimento per la città con la promozione di numerose iniziative culturali, convegni, mostre e molto altro.   La costa. Il litorale ionico su cui si affaccia la città, vanta chilometri di spiaggia bianca intervallata da lidi sabbiosi incastonati nella naturale cornice del Golfo di Gallipoli che si estende da Punta Pizzo, a sud, fino a Lido Conchiglie, a nord.  La Baia di Punta Pizzo, fra Gallipoli e Marina di Mancaversa (in territorio di Taviano), ricade all’interno della Riserva Naturale dell’Isola di Sant’Andrea. Qui la costa è bassa e rocciosa, intervallata da incantevoli calette di sabbia fine bagnata da acqua limpida. È un’area caratterizzata dalla presenza  di una folta vegetazione mediterranea, è, infatti, ricca di numerose piante aromatiche che contraddistinguono questo territorio con i loro profumi. A 2 km a Sud di Gallipoli si trova la località denominata Punta della Suina, il luogo ideale per i veri amanti del mare incontaminato e dai colori cristallini. Per quanto la costa sia in prevalenza rocciosa, è di facile accesso per tutti; non mancano zone di spiaggia libera e tratti caratterizzati dalla presenza di vegetazione tipica della macchia mediterranea. Infatti, si accede al mare  mediante un  passaggio fra odorosi alberi di pino che regalano relax e momenti di frescura durante le ore più calde delle giornate estive. Procedendo verso Nord si incontra Baia Verde che è indubbiamente una delle spiagge più conosciute di Gallipoli. Situata a pochi km dal centro abitato, questa località si presenta immersa nelle dune punteggiate di vegetazione attraverso la quale si aprono dei passaggi naturali per raggiungere il mare. Non a caso, il nome deriva dal colore del mare che, grazie ai riflessi provocati dai raggi solari, assume una particolare colorazione verde smeraldo: il risultato è mozzafiato. Procedendo si incontra Lido San Giovanni il primo storico stabilimento balneare di Gallipoli realizzato intorno agli anni Sessanta e che ha dato il nome alla località. Qui la costa vede la presenza di un lungo arenile di sabbia fine e dorata; tutta la zona è circondata da suggestive dune che conservano inalterato il fascino del luogo a tratti ancora incontaminato come in passato. La località balneare più antica di Gallipoli è, tuttavia, il Seno della Purità, la spiaggia preferita dai gallipolini fin dall’Ottocento. Piccola (non più lunga di 300 m) e affascinante, la spiaggia si colloca all’interno della città vecchia sotto gli antichi bastioni che circondano il borgo. Il nome deriva dall’omonima Chiesa della Madonna della Purità che si trova nelle immediate vicinanze. Concludono il lungo itinerario delle località balneari Rivabella e Lido Conchiglie. La prima è divenuta una delle mete turistiche più apprezzate di Gallipoli sicuramente per la spiaggia immersa in una fitta pineta caratterizzata dalle tipiche piante della macchia mediterranea e intrisa di profumo sprigionato dagli alberi di pino. Lido Conchiglie è situato circa 5 km a nord di Gallipoli; l’alternanza fra la sabbia e gli scogli rendono questa località adatta alle esigenze di tutti. Particolarmente suggestive sono le sorgive di acqua dolce che affiorano dagli scogli creando delle correnti sotterranee di acqua fresca. 

    Chiudi

  • Polizia Indirizzo: Via Pavia, 1
  • Polizia Telefono: 0833275545
  • Infopoint Indirizzo: Via A. De Pace, 86
  • Infopoint Telefono: 0833262529
  • Proloco Indirizzo: Via Kennedy
  • Proloco Telefono: 0833263007
  • Proloco Web: www.prolocogallipoli.it


Gallipoli è uno dei principali centri portuali della regione Puglia. E’ costituita da una parte moderna, il borgo o città nuova, a est su un promontorio, e la città vecchia, a ovest, su un’isola calcarea, collegata alla terraferma da un ponte. In passato la parte antica della città era unita alla terraferma da un istmo di terra sul quale passava la strada d’accesso attraverso la Porta Terra. La città vecchia ha in gran parte conservato il suo impianto urbanistico caratterizzato da un continuo sovrapporsi di strutture edilizie di varie epoche e di diverse matrici culturali. L’isola è interamente circondata da una cinta di bastioni che si sviluppa per una lunghezza di circa 2 km.             Gallipoli è ricca di luoghi di fascino che conservano i valori più profondi di un territorio che ha molto da raccontare. Immergiamoci, dunque, nelle numerose aree di interesse storico, artistico e religioso, testimonianze di civiltà e culture che hanno segnato per secoli la città di Gallipoli.  







Mappa/Localizzazione

Vedi sul tuo navigatore!

Gallipoli Per te

Gallipoli è uno dei principali centri portuali della regione Puglia. E’ costituita da una parte moderna, il borgo o città nuova, a est su un promontorio, e la città vecchia, a ovest, su un’isola calcarea, collegata alla terraferma da un ponte. In passato la parte antica della città era unita alla terraferma da un istmo di terra sul quale passava la strada d’accesso attraverso la Porta Terra. La città vecchia ha in gran parte conservato il suo impianto urbanistico caratterizzato da un continuo sovrapporsi di strutture edilizie di varie epoche e di diverse matrici culturali. L’isola è interamente circondata da una cinta di bastioni che si sviluppa per una lunghezza di circa 2 km.             Gallipoli è ricca di luoghi di fascino che conservano i valori più profondi di un territorio che ha molto da raccontare. Immergiamoci, dunque, nelle numerose aree di interesse storico, artistico e religioso, testimonianze di civiltà e culture che hanno segnato per secoli la città di Gallipoli.