Localizzazione

  • Comune: Melendugno
  • Provincia: Lecce
  • Indirizzo: Via San Nicola, s.n.c.
  • Civico: s.n.c.
  • Telefono: 0832832111
  • Fax: 0832832545
  • E-mail: comune.melendugno@legalmail.it
  • Web www.comune.melendugno.le.it

Cosa c'è qui vicino a Melendugno?



Altre Informazioni

  • Siti Archeologici:
  • Abitanti: 5000<10000
  • Localizzazione: Costiero
  • Localita:
  • Melendugno:

    Tappa obbligata per ogni visitatore giunto nel Salento, Melendugno vi catturerà con la bellezza del suo territorio, con la vivacità culturale della sua piccola frazione di Borgagne e con la straordinaria vitalità delle sue località marittime. Il mare, le cui acque cristalline ricevono annualmente il riconoscimento della bandiera blu, si mescolano in un gioco di incastri con faraglioni, calette e splendide spiagge. Un paradiso di panorami, scorci, odori e sapori genuini. Tutto questo vi aspetta a Melendugno e nel suo suggestivo...

    Leggi tutto

    ... territorio. Melendugno e il suo centro storico. La presenza dell'uomo in questo territorio è testimoniata dai megaliti risalenti all'Età del Bronzo, come i dolmen Placa e Gurgulante collocati nelle campagne a sud-ovest dell'abitato. La fondazione di Melendugno risalirebbe invece all'epoca normanna (XI secolo) e all'attività dei monaci basiliani, che costruirono cripte e abbazie, sviluppando agricoltura e arti, come attesta l'Abbazia di San Niceta, un tempo dipendente dal Monastero di San Nicola di Casole presso Otranto e i cui resti giacciono nei pressi del cimitero comunale. Le principali costruzioni religiose di Melendugno sono rappresentate dalla cinquecentesca Chiesa Madre di Maria SS. Assunta, che al di sotto del piano pavimentale conserva diverse sepolture e la Chiesa dell'Immacolata, costruita nella seconda metà del Seicento in prossimità della porta muraria che conduceva a San Foca. Altri esempi di architettura religiosa sono la Chiesa dei Santi Medici, l'Edicola della Madonna del Buon Consiglio e la Cappella dell'Annunziata.  Nel centro storico di Melendugno è possibile imbattersi inoltre in altri gioielli dell'architettura medievale e moderna: le "case a corte", tipologie abitative tipiche del Salento; frantoi ipogei, unità abitative scavate nella roccia calcarea e utilizzate per l'estrazione dell'olio di olive; edifici di valore storico come il Palazzo Baronale D'Amely, che si presenta come una grande torre poligonale risalente alla seconda metà del Cinquecento.  Il territorio costiero, meta turistica ambita. Il territorio costiero di Melendugno è caratterizzato da cinque località marittime i cui insediamenti si sono sviluppati, nella maggior parte dei casi, attorno ad altrettante torri di avvistamento del Cinquecento, sorte con funzioni di difesa dalle incursioni moresche e turche. Alcune di queste torri oggi sono andate perdute, altre invece sono ben conservate. Le località marittime di Melendugno, con le loro insenature basse e i loro arenili attrezzati, sono tra le più apprezzate mete turistiche del Salento, in grado di attrarre centinaia di migliaia di visitatori ogni anno. L'entroterra costiero è ricco di masserie fortificate e "furnieddhi", caratteristiche costruzioni rurali in pietra a secco, calati in un suggestivo scenario dove antichissimi dolmen, uliveti, macchia mediterranea e zone umide con avifauna migratoria e stanziale, offrono diverse occasioni di relax e svago. Percorrendo la strada litoranea in direzione nord-sud si incontrano le località di Torre Specchia Ruggeri, San Foca, Roca Vecchia, Torre dell'Orso, Torre Sant'Andrea.  Torre Specchia Ruggeri, a nord di San Foca, segna il limite settentrionale del territorio costiero di Melendugno, al confine con Vernole. Caratterizzata da una serie di insenature calette sabbiose, questa località custodisce tra le dune una torre di guardia del Cinquecento e diverse strutture ricettive.  San Foca è, dopo Torre dell'Orso, la più importante località marina di Melendugno. Vi si pratica la pesca e il suo borgo, costruito e sviluppatosi prevalentemente nel secondo dopoguerra, offre un vasto ventaglio di strutture alberghiere, ristoranti, pizzerie, friggitorie e chioschi in cui gustare pescato fresco e frutti di mare. Negli anni recenti, il porto è stato attrezzato per l'attività di diporto e il suo lungomare è stato ristrutturato con interventi di riqualificazione. Molto ambite e frequentate sono le spiagge Fontanella e Marangi. Roca Vecchia, piccolo insediamento sviluppatosi in un fazzoletto di costa adriatica dotato di lidi e strutture balneari, sorge ai margini di un importante sito archeologico che attesta la presenza dell'uomo in questi luoghi sin dall’età del bronzo, passando per la colonizzazione magno-greca, messapica e infine medievale. All'interno del parco è possibile visitare la torre di avvistamento cinquecentesca, i resti delle mura e le rovine dell'antica piazzaforte a picco sul mare. Poco più in là, sempre sulla costa, si trovano il santuario della Madonna di Roca, costruito nel Seicento, e le due grotte denominate “Poesia” (da una volgarizzazione del greco "posia", ovvero "sorgente d'acqua dolce"). Si tratta di due grotte carsiche distanti circa 60 m l'una dall'altra e in comunicazione con il mare, i cui tetti sono crollati. Lungo la strada che collega Torre dell'Orso a Melendugno si trova il borgo di Roca Nuova, sorto in epoca moderna a seguito delle incursioni turche del 1480 attorno a una masseria fortificata. Il villaggio, abbandonato nei primi anni del Novecento, è stato recentemente restaurato in molte sue componenti e ora ospita numerose iniziative a carattere culturale, spettacoli, arte e musica. Torre dell’Orso è la località turistica per eccellenza del territorio costiero di Melendugno, grazie alla sua splendida spiaggia, ai suoi panorami mozzafiato, alle sue pinete e all'abbondante presenza di strutture turistiche e servizi di ristorazione. Tratto caratteristico di Torre dell'Orso sono due faraglioni circondati dal mare e denominati "Le due sorelle".    Torre Sant’Andrea chiude la rassegna delle località marittime di Melendugno. Come si evince dai tuguri scavati nella roccia tufacea visibili ancora oggi, questa località è sorta attorno a una piccola baia naturale per offrire riparo ai pescatori. Circondata da pineta e macchia mediterranea, nei mesi estivi attrae numerosi visitatori. In particolare, Sant'Andrea è la meta ideale per i più giovani, grazie alla buona musica, ai numerosi concerti e al buon cibo messo a disposizione dalle strutture presenti in loco e perfettamente integrate nel paesaggio.

    Chiudi

  • Descrizione Info Frazioni:

    Borgagne. Frazione di oltre 2.000 abitanti posta a sud-est di Melendugno, si trova a pochi passi dal mare e a breve distanza da alcune importanti aree naturalistiche come i Laghi Alimini. Immersa nei boschi di ulivi secolari, da cui si produce un ottimo olio extravergine di oliva, dista 6 km dal capoluogo comunale, 4 km da Torre Sant'Andrea, la località più vicina sul Mare Adriatico, e 25 km da Lecce. L'economia, basata prevalentemente sull'agricoltura, ha conosciuto un recente sviluppo del settore turistico-ricettivo. Dal 2012 Borgagne fa parte del club dei Borghi autentici d'Italia, attraverso le sue associazioni territoriali.    Il centro storico, distribuito lungo un lieve pendio, ospita al suo interno alcuni interessanti edifici religiosi come la...

    Leggi tutto

    ... cinquecentesca Chiesa della Presentazione del Signore e la Chiesa della Madonna del Carmine, risalente ai primi decenni del Seicento. Da visitare sono anche i molti esempi di architetture civili e militari, come il cinquecentesco frantoio semi-ipogeo denominato Sciurti, le "case a corte" - esempi dell’architettura tradizionale salentina – e il Castello Petraroli. Quest’ultima struttura, sorta alle porte del borgo con funzione difensiva, si presenta con una struttura a pianta rettangolare e una torre di fine Quattrocento, inglobata nel corpo di fabbrica. Nelle suggestive campagne che dell'entroterra costiero, colme di ulivi e di vigne, muretti a secco e altre particolari strutture rurali tipiche della campagna salentina, si possono incontrare importanti esempi di complessi masserizi, come Masseria Porcaccini, Masseria Giammarino e Masseria Baronali, sorte tra Seicento e Ottocento. 

    Chiudi

  • Polizia Indirizzo: Piazza Castello, 8
  • Polizia Telefono: 0832831122
  • Proloco Indirizzo: Via Ettore Fieramosca 4, San Foca
  • Proloco Telefono: +39 3298262918


Tappa obbligata per ogni visitatore giunto nel Salento, Melendugno vi catturerà con la bellezza del suo territorio, con la vivacità culturale della sua piccola frazione di Borgagne e con la straordinaria vitalità delle sue località marittime. Il mare, le cui acque cristalline ricevono annualmente il riconoscimento della bandiera blu, si mescolano in un gioco di incastri con faraglioni, calette e splendide spiagge. Un paradiso di panorami, scorci, odori e sapori genuini. Tutto questo vi aspetta a Melendugno e nel suo suggestivo territorio.

Borgagne. Frazione di oltre 2.000 abitanti posta a sud-est di Melendugno, si trova a pochi passi dal mare e a breve distanza da alcune importanti aree naturalistiche come i Laghi Alimini. Immersa nei boschi di ulivi secolari, da cui si produce un ottimo olio extravergine di oliva, dista 6 km dal capoluogo comunale, 4 km da Torre Sant'Andrea, la località più vicina sul Mare Adriatico, e 25 km da Lecce. L'economia, basata prevalentemente sull'agricoltura, ha conosciuto un recente sviluppo del settore turistico-ricettivo. Dal 2012 Borgagne fa parte del club dei Borghi autentici d'Italia, attraverso le sue associazioni territoriali.    Il centro storico, distribuito lungo un lieve pendio, ospita al suo interno alcuni interessanti edifici religiosi come la cinquecentesca Chiesa della Presentazione del Signore e la Chiesa della Madonna del Carmine, risalente ai primi decenni del Seicento. Da visitare sono anche i molti esempi di architetture civili e militari, come il cinquecentesco frantoio semi-ipogeo denominato Sciurti, le "case a corte" - esempi dell’architettura tradizionale salentina – e il Castello Petraroli. Quest’ultima struttura, sorta alle porte del borgo con funzione difensiva, si presenta con una struttura a pianta rettangolare e una torre di fine Quattrocento, inglobata nel corpo di fabbrica. Nelle suggestive campagne che dell'entroterra costiero, colme di ulivi e di vigne, muretti a secco e altre particolari strutture rurali tipiche della campagna salentina, si possono incontrare importanti esempi di complessi masserizi, come Masseria Porcaccini, Masseria Giammarino e Masseria Baronali, sorte tra Seicento e Ottocento. 







Da non perdere



Mappa/Localizzazione

Vedi sul tuo navigatore!

Melendugno Per te

Tappa obbligata per ogni visitatore giunto nel Salento, Melendugno vi catturerà con la bellezza del suo territorio, con la vivacità culturale della sua piccola frazione di Borgagne e con la straordinaria vitalità delle sue località marittime. Il mare, le cui acque cristalline ricevono annualmente il riconoscimento della bandiera blu, si mescolano in un gioco di incastri con faraglioni, calette e splendide spiagge. Un paradiso di panorami, scorci, odori e sapori genuini. Tutto questo vi aspetta a Melendugno e nel suo suggestivo territorio.