Localizzazione

  • Comune: Lequile
  • Provincia: Lecce
  • Indirizzo: Piazza San Vito, s.n.c.
  • Civico: s.n.c.
  • Telefono: 0832639112
  • Fax: 0832638903
  • E-mail: protocollo@pec.comune.lequile.le.it
  • Web www.comune.lequile.le.it

Cosa c'è qui vicino a Lequile?



Altre Informazioni

  • Siti Archeologici:
  • Abitanti: 5000<10000
  • Localizzazione: Entroterra
  • Localita:
  • Lequile:

    Raccolta attorno ai suoi palazzi gentilizi e alle sue chiese, Lequile vi sorprenderà per la bellezza del suo centro storico, ordinato e ben conservato, per l’eleganza delle sue chiese e per la prelibatezza della sua cucina, che si distingue anche nel campo della pasticceria. La vicinanza a Lecce e ai principali assi stradali della provincia farà il resto. Non fermatevi dunque a Lecce, venite a...

    Leggi tutto

    ... Lequile. Una storia e un vissuto medievale. Secondo la tradizione, le origini di Lequile risalirebbero alla dominazione romana. Le prime notizie del casale datano invece al Medioevo, quando Lequile entrò a far parte della Contea di Lecce e del Principato di Taranto. Successivamente, diversi feudatari si susseguirono nella cittadina fino ai primi anni del XIX secolo: tra le famiglie più importanti si possono annoverare i Saluzzo, che impressero i segni tangibili del loro potere sul tessuto urbano.  Il centro storico di Lequile custodisce anche numerosi e pregevoli esempi di architettura civile, simbolo della forza e della potenza economica dei suoi feudatari o delle famiglie della nobiltà e della borghesia terriera. Un punto di osservazione privilegiato per ogni visitatore è sicuramente la centralissima piazza San Vito. Qui è possibile ammirare Palazzo Saluzzo, il Castello d'Enghien e la Guglia di San Vito. Il seicentesco Palazzo dei Principi Saluzzo presenta un prospetto caratterizzato da ampie finestre e un vasto loggiato. All'interno è custodita una biblioteca privata, che annovera preziosi incunaboli e antiche stampe, e al piano terra è annessa una cappella dedicata a San Giorgio. Il Castello dei d'Enghien, già proprietà dei principi Ruffo, risale al Trecento e fu edificato dalla famiglia Orsini Del Balzo all'epoca in cui estesero la loro influenza sulla città. Chiude, infine, la Guglia di San Vito, realizzata nel 1694 in pietra leccese con base piramidale ed elementi floreali che culminano con la statua del santo. Tra gli altri palazzotti gentilizi disseminati nel centro di Lequile vanno annoverati il seicentesco Palazzo Caiaffa, con la sua raffinata balconata e l'ampio terrazzo; Palazzo Filippi, oggi Filograna; Palazzo Brunetti, oggi Mazzotta, risalenti rispettivamente al Cinquecento e al Seicento. La città delle cupole. Una delle caratteristiche di Lequile è la presenza di chiese dotate di splendide cupole rivestite di ceramiche. Fra questi edifici va menzionata in primo luogo la Chiesa Madre di Maria SS. Assunta, costruita nel 1746 su una pianta a croce latina e sormontata da una cupola, la cui superficie interna è decorata con motivi geometrici. Accanto alla chiesa si erge un alto campanile di cinque piani, anch'esso dotato di una piccola cupola piramidale. Altri esempi di chiese sormontate da cupole rivestite da mattonelle in ceramica sono le seicentesche chiese di San Nicola e di San Vito. Quest'ultima è dedicata al santo patrono della cittadina. Chiudono il novero degli edifici religiosi di Lequile la Chiesa e il Convento dei Francescani, la Chiesa di Santa Maria di Loreto e la Cappella di San Donato, costruiti tra la fine del Cinquecento e i primi decenni del secolo successivo.   Il paesaggio agrario tra ulivi, pascoli e costruzioni tipiche della ruralità salentina. Alle spalle dell’abitato, sul versante meridionale del territorio di Lequile, giace un vasto spazio non urbanizzato e privo di insediamenti, racchiuso tra i centri di Sternatia, Soleto, Galatina, Collemeto e Copertino. Qui domina la tipica campagna salentina, fittamente coltivata a ulivo, a vite e a pascolo. L'ampia disponibilità di pietra proveniente dalle vicine cave ha contribuito, anche a Lequile, alla formazione di un “paesaggio di pietra”, fatto di carraie, muretti a secco, masserie, “pagliare” e di strutture tipiche del luogo: i casini, i villini e le case rurali. Notevole è, ad esempio, la masseria Tramacere, sita al confine con Galatina.

    Chiudi

  • Descrizione Info Frazioni:

    La frazione di Dragoni. La piccolissima frazione di Dragoni, sita nella porzione meridionale del territorio comunale e contigua all'abitato di Lequile, offre ai visitatori diverse attrazioni come le seicentesche chiese di San Basilio Magno e della Madonna di Costantinopoli, e un notevole frantoio ipogeo, originariamente collocato al di fuori del nucleo urbano e attualmente posto sotto il monumento ai caduti. Il frantoio, costruito tra il XVI ed il XVII secolo, è un esempio delle modalità produttive tipiche del Salento contadino, destinato in passato alla lavorazione e trasformazione delle olive.

  • Polizia Indirizzo: Via Trieste, 2
  • Polizia Telefono: 0832632112
  • Proloco Indirizzo: Via Torino, 1
  • Proloco Telefono: +39 3487977309


Raccolta attorno ai suoi palazzi gentilizi e alle sue chiese, Lequile vi sorprenderà per la bellezza del suo centro storico, ordinato e ben conservato, per l’eleganza delle sue chiese e per la prelibatezza della sua cucina, che si distingue anche nel campo della pasticceria. La vicinanza a Lecce e ai principali assi stradali della provincia farà il resto. Non fermatevi dunque a Lecce, venite a Lequile.

La frazione di Dragoni. La piccolissima frazione di Dragoni, sita nella porzione meridionale del territorio comunale e contigua all'abitato di Lequile, offre ai visitatori diverse attrazioni come le seicentesche chiese di San Basilio Magno e della Madonna di Costantinopoli, e un notevole frantoio ipogeo, originariamente collocato al di fuori del nucleo urbano e attualmente posto sotto il monumento ai caduti. Il frantoio, costruito tra il XVI ed il XVII secolo, è un esempio delle modalità produttive tipiche del Salento contadino, destinato in passato alla lavorazione e trasformazione delle olive.







Mappa/Localizzazione

Vedi sul tuo navigatore!

Lequile Per te

Raccolta attorno ai suoi palazzi gentilizi e alle sue chiese, Lequile vi sorprenderà per la bellezza del suo centro storico, ordinato e ben conservato, per l’eleganza delle sue chiese e per la prelibatezza della sua cucina, che si distingue anche nel campo della pasticceria. La vicinanza a Lecce e ai principali assi stradali della provincia farà il resto. Non fermatevi dunque a Lecce, venite a Lequile.