Localizzazione

  • Comune: Palmariggi
  • Provincia: Lecce
  • Indirizzo: Piazza Garibaldi, s.n.c.
  • Civico: s.n.c.
  • Telefono: 0836354014
  • Fax: 0836354241
  • E-mail: comunepalmariggi@pec.rupar.puglia.it
  • Web www.comune.palmariggi.le.it

Cosa c'è qui vicino a Palmariggi?



Altre Informazioni

  • Siti Archeologici:
  • Abitanti: <5000
  • Localizzazione: Entroterra
  • Localita:
  • Palmariggi:

    Immerso negli uliveti, che si estendono nel territorio circostante a perdita d’occhio, Palmariggi trae le sue origini dall’antico Casale di San Nicola, sorto nel periodo di dominazione bizantina a protezione di Otranto. La suggestività del centro storico, costellato di case biancheggianti e di monumenti in pietra leccese, si affianca alle molte bellezze del paesaggio...

    Leggi tutto

    ... rurale.  Un grazioso borgo rustico. Il punto da cui muovere per visitare Palmariggi è sicuramente l'ampia e particolare piazza Garibaldi, delimitata da numerosi e pregevoli edifici. Ai lati della piazza è possibile osservare la Chiesa Madre, intitolata a San Luca Evangelista; Palazzo Vernazza, che ospita l’attuale sede municipale; il Castello Aragonese del XV secolo con i suoi ruderi; la Torre dell'orologio del XIX secolo. Il Castello fu costruito nel XV secolo come parte di un sistema difensivo a protezione di Otranto. La fortezza, della quale rimangono solo due torrioni circolari collegati da una cortina semidiroccata, ha subito nel secondo dopoguerra una serie di massicci interventi che hanno contribuito a trasformarne l'aspetto originario. Passeggiando per le stradine del centro storico si possono ammirare inoltre le numerose case con la tipologia costruttiva “a imbrici”, la Cappella della Madonna della Palma, i palazzi con i balconi settecenteschi in pietra leccese e le tipiche case a corte.    Il santuario di Montevergine, tra culto e identità. Su una modesta collina a poco meno di 2 km dal centro abitato sorge il Santuario della Madonna di Montevergine, meta di un importante pellegrinaggio che richiama numerosi visitatori durante tutto l’anno. Edificato nel 1707, il santuario giace su una chiesa rupestre che conserva ancora al suo interno una raffigurazione bizantina della Vergine, ritrovata, secondo la leggenda, da un pastorello nel 1595. Sulla Serra di Montevergine, nella fitta pineta attrezzata che la ricopre, sono presenti diversi punti di interesse: il Menhir di Montevergine; l'obelisco monumentale eretto a Maria Santissima di Montevergine nel 1905, alto 40 m, sulla cui sommità è posta la statua della Madonna; la Via Crucis, realizzata su uno scoscendimento ricoperto di macchia mediterranea da cui è possibile godere del panorama mozzafiato offerto dalle distese di ulivi che degradano fino al mare. Nei pressi di un sentiero rupestre che conduce alla collina, su un'altura fuori dal paese, è situata infine l'antica Cappella della Madonna del Monte o di Costantinopoli, un raro esempio di edificio religioso di epoca medioevale.    Immersi nella natura, a pochi passi dal mare. I tratturi, antichi sentieri erbosi, percorrono il paesaggio rurale attorno al borgo, insinuandosi tra i boschi di ulivo. La campagna è segnata dai muretti di pietra a secco, funzionali alla delimitazione delle proprietà agrarie, e dalla presenza di numerose “vore”, voragini aperte nel terreno dall’attività carsica. Tra le più note e importanti vi è il cosiddetto inghiottitoio della Madonna del Monte, che riceve le acque provenienti dalla sommità della serra di Montevergine.

    Chiudi

  • Polizia Indirizzo: Piazza Garibaldi
  • Polizia Telefono: 0836354014
  • Proloco Indirizzo: Vie Trieste, 33
  • Proloco Telefono: 0836414629


Immerso negli uliveti, che si estendono nel territorio circostante a perdita d’occhio, Palmariggi trae le sue origini dall’antico Casale di San Nicola, sorto nel periodo di dominazione bizantina a protezione di Otranto. La suggestività del centro storico, costellato di case biancheggianti e di monumenti in pietra leccese, si affianca alle molte bellezze del paesaggio rurale. 







Mappa/Localizzazione

Vedi sul tuo navigatore!

Palmariggi Per te

Immerso negli uliveti, che si estendono nel territorio circostante a perdita d’occhio, Palmariggi trae le sue origini dall’antico Casale di San Nicola, sorto nel periodo di dominazione bizantina a protezione di Otranto. La suggestività del centro storico, costellato di case biancheggianti e di monumenti in pietra leccese, si affianca alle molte bellezze del paesaggio rurale.